India - adozioni a distanza

Associazione PADRE ANTONINO MAGNANI

home

chi siamo

contatti

 links

AFRICA

KENYA

 

INDIA

KERALA

 

Progetto "Madre Rosa Kerala" 

 

 

STORIA DEL PROGETTO.

In questa proposta di adozione il vostro aiuto non sarà solo mirato alle esigenze del bimbo, ma di riflesso anche a quelle della famiglia. Infatti i bimbi e le bimbe di cui parleremo non sono stati abbandonati dalle famiglie, ma vivono nella completa indigenza. Purtroppo la situazione socio-economica non è delle più floride, la mancanza di lavoro e il grado d'istruzione molto basso, contribuiscono a creare un ambiente non certo ideale per la crescita di un figlio.

Il villaggio di SANTHIPURAM nella provincia di TRIVANDRUM in India meridionale, è situato nelle vicinanze dell’Oceano indiano. L’attività svolta dalla maggior parte degli uomini è la pesca. In ogni famiglia gli uomini vanno a pesca e le donne vanno a vendere il pescato nei mercati oppure di casa in casa.

Purtroppo non tutte le famiglie hanno una barca, i pochi fortunati che la possiedono diventano piccoli imprenditori e assoldano la manovalanza al bisogno. In certi periodi l’attività della pesca in Oceano non può essere svolta, a causa dei Monsoni e dei Cicloni, che spesso imperversano sulla regione: in questi periodi d'arresto dell’attività le famiglie dei lavoranti soffrono la fame.

La vita di queste famiglie è molto semplice, vivono in case fatte di palme di cocco, raramente s'incontra un’abitazione in muratura. Possiedono il minimo indispensabile per vivere (il piatto in cui mangiare, qualche pentola, in casi eccezionali un letto fabbricato con corde). In un ambiente di questo tipo i bambini sono trascurati, pochi frequentano la scuola e con scarso rendimento, non sono stimolati dai genitori che spesso sono loro stessi analfabeti; a causa della povertà alcuni bambini lasciano la scuola dell’obbligo. Ci sono tanti bimbi malati a causa dell’alto tasso d'umidità e della denutrizione, bimbi che non vengono curati a causa dell’ignoranza. Anche la povertà provoca i suoi danni, gli uomini con pochi soldi spesso si ubriacano ed oziano tutto il giorno e i giovani, quando non c’è lavoro nella pesca, cercano qualsiasi altra attività ma senza risultato nella maggior parte dei casi.

La situazione, dunque, non è delle più rosee.

VOI POTETE FARE QUALCOSA DI CONCRETO PER QUESTI BAMBINI.

Un vostro piccolo gesto può aiutarli ad uscire dalla miseria estrema, può permettere loro di raggiungere un minimo grado d'istruzione, di avere un’assistenza sanitaria adeguata e i medicinali necessari, di avere un pasto assicurato.

Questo gesto è chiamato ADOZIONE A DISTANZA, vuol dire avere un figlio da accudire, su cui riversare un po’ del vostro amore; significa amare un bimbo che non è sangue del vostro sangue ma che ha un estremo bisogno di voi ADESSO, anche se è distante migliaia di chilometri. Voi potete assicurargli un futuro da essere umano, un’infanzia meno sofferta ed un po’ di felicità. Diamo tanto ai nostri figli, facciamo un piccolo sacrificio e doniamo una piccola parte a queste creature così sfortunate, cercando di regalare loro un sorriso ed un po’ di serenità.

Questo progetto si realizza grazie alla collaborazione con le SUORE FIGLIE DI SANT’ANNA, che con molta attenzione hanno ascoltato le nostre proposte, e con altrettanta solerzia le hanno esaudite, impegnandosi alla gestione diretta dei soldi che vengono inviati, in modo da non far mancare il necessario ai bambini.

Le Religiose agiscono in questa parte dell’India da molto tempo e conoscono molto bene la situazione in cui si trovano i bimbi.

Il sacrificio che vi chiediamo è di adottare una di queste creature,

con la donazione mensile di € 27,00 aiuterete un vostro figlio molto più sfortunato di quelli che vi vivono accanto, ma vi sentirete veramente Grandi e Utili. San Francesco diceva che la bellezza sta nel donare ciò che abbiamo ricevuto da Dio, doniamo quindi le briciole dei nostri averi a chi non ha nulla, ne riceveremo in cambio 100 – 1000 volte di più.

Per noi una cosa molto importante è di riuscire a mantenere tra genitore e bambino un rapporto, anche se epistolare, tale da permettere di seguirlo nelle fasi della sua crescita e del raggiungimento delle tappe più importanti della sua vita; a tale scopo vi verrà fornito l’indirizzo al quale inviare le vostre brevi lettere (necessariamente brevi e di contenuto semplice per motivi di traduzione).

Riceverete anche le fotografie del bambino/a, nelle varie fasi della crescita.

 

 

 

COME CONTRIBUIRE

Le coordinate bancarie per i versamenti sono:

Circolo ANSPI  Padre Antonino Magnani - Kerala

Conto corrente n°  00/33810

IBAN: IT36P0515612600CC0000033810

Presso la BANCA DI PIACENZA

-SEDE CENTRALE-

 

LE SOMME VERSATE SONO DETRAIBILI DALLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI.

 

PER INFORMAZIONI

Paola Zani

Tel.:339 6836213

antoma.pc@libero.it

Segreteria Rossella Noviello 

 

Tel.:3738503572

 

 antoma.pc@libero.it