Progetto "Riabilitazione Tsunami - India"

Associazione PADRE ANTONINO MAGNANI

home

chi siamo

contatti

 link

villaggio di vizhinjam – india
DIOCESI DI TRIVANDRUM – KERALA

Gli effetti devastanti dello Tsunami del dicembre 2004 si sono fatti sentire, come è noto, anche nell’India del sud, in particolare negli stati del Tamil Nadu e del Kerala, nella parte sud occidentale del grande paese asiatico. Qui, infatti, alcune regioni costiere dell’Arcidiocesi di Trivandrum (la capitale del Kerala) sono state duramente colpite dal maremoto e a questo si deve aggiungere l’impatto del flusso di onde di ritorno dall’Africa. Le conseguenze sui villaggi indiani che si trovano sul mare sono  state decisamente negative, con gravi problemi soprattutto per la loro principale attività, vale a dire la pesca, che è la più importante fonte di sostentamento per i suoi abitanti.

L’Arcidiocesi, con l’appoggio delle figlie di Sant’Anna che operano in Kerala, ha, in particolare, preso a cuore le sorti degli abitanti del villaggio di Vizhinjam, nella parte sud del Kerala.

Il villaggio già di per sé è particolarmente povero, costituito da case ammassate l’una all’altra e con le famiglie che vivono in spazi angusti e miseri. Si trova sulla costa e le capanne di paglia e foglie, con l’arrivo dei monsoni, si sfaldano completamente, cosicché devono essere ogni volta ricostruite. Lo Tsunami ha portato ulteriore miseria e distruzione, provocando gravi problemi all’attività dei pescatori.

 

IL PROGETTO

Per questo motivo la Trivandrum Social Service Society (TSSS), l’organizzazione di volontariato della diocesi di Trivandrum che si occupa di programmi per lo sviluppo alla partecipazione e all’azione sociale, ha deciso di dar vita ad un progetto di riabilitazione del villaggio di Vizhinjam, il cui fulcro è l’acquisto di un grande appezzamento di terra più spostato verso l’interno rispetto a quello dove il villaggio si trova attualmente (praticamente sul  mare), in cui costruire cento nuove abitazioni in muratura (e dotate anche di servizi igienici, grazie alla creazione di un sistema fognario) e ricollocare le famiglie più disagiate, secondo precisi criteri di selezione. Il progetto prevede anche una vero e proprio programma di educazione e di formazione per gli abitanti delle nuove case.

Promosso in Italia dalle Figlie di Sant’Anna, il progetto è stato accolto molto favorevolmente dalla diocesi di Piacenza-Bobbio ed è concretamente sostenuto, ai fini organizzativi e della raccolta dei 200 mila euro necessari per la costruzione delle case, da quattro organizzazioni cittadine: la Caritas Diocesana, il Centro Missionario Diocesano, Africa Mission e, naturalmente, la nostra associazione Padre Antonino Magnani. Queste organizzazioni, tra l’altro, hanno organizzato una delegazione che, la scorsa estate è stata in India proprio per verificare il progetto, andando a visitare Vizhinjam e conoscendo, sia i rappresentanti del TSSS, sia l’Arcivescovo di Trivandrum, Monsignor Soosa Pakiam.

L’Arcivescovo indiano, lo scorso ottobre, ha colto l’occasione del sinodo dei vescovi a Roma per venire a parlare del progetto a Piacenza e ringraziare per il grande contributo i piacentini, grazie ai quali sono già stati raccolti gran parte dei soldi necessari.

L’intera opera  di ricostruzione del villaggio sta partendo e le prime cinquanta abitazioni saranno pronte entro l’estate del 2006.

Il progetto di Vizhinjam, non è soltanto un’opera di ricostruzione (che pure, dal punto di vista pratico è l’aspetto più importante), ma è una grande occasione di incontro tra chiese, così lontane, eppure così unite in una grande opera di sensibilizzazione e di educazione alla solidarietà.

 

 

 

IL VILLAGGIO E’ STATO INAUGURATO A GENNAIO 2008 

ECCO ALCUNE FOTO: